<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Dall'Italia e dal mondo... Speciale Europei 2008 - terza puntata

domenica 29 giugno 2008

Per vedere l'epilogo degli Europei dal vivo bisogna disporre di un bel conto in banca. Un tedesco ha incassato € 13.500 per quattro biglietti della finale di Euro 2008, da lui venduti tramite la casa d'asta internet eBay. Secondo l'Apa, la richiesta di biglietti su eBay per le partite di Euro 2008 è stata 18 volte più alta che per quelli messi all'asta durante gli europei 2004 in Portogallo.

Un miliardo di Euro è invece la cifra che la UEFA incasserà grazie ai diritti televisivi e alla vendita delle varie licenze ( vedi merchandising ) legate al torneo continentale. Le persone accreditate ad Euro 2008 sono 35.000, 9.400 delle quali sono giornalisti. 800 sono le persone accreditate dalle varie nazionali, come calciatori, tecnici, staff medico ed organizzativo. Diecimila sono gli addetti alla sicurezza, 7.500 quelli ai servizi dei 256 punti di ristorazione.
I volontari che hanno collaborato all'organizzazione sono 5.000, di cui mille nella sola Vienna. Alle altre sette città sedi di partite i restanti 4.000.

Come la Coppa del Mondo FIFA, la Coppa dei Campioni e le Olimpiadi, la prima competizione europea per squadre nazionali fu ideata da un francese: Henri Delaunay, il segretario della Federcalcio transalpina. Aveva inizialmente prospettato l'idea nel 1927, ma ci volle l'avvento della UEFA nel 1954 per trasformare il progetto in realtà. Alcune federazioni europee restarono reticenti, e quando il Congresso UEFA del 1957 dette l'ok definitivo, Delaunay era già deceduto da due anni.
Tutt'altro che dimenticato, il suo nome fu la scelta logica per quello del trofeo che viene dato alla squadra vincente. L'Europeo di quest'anno servirà però a "modernizzarlo": quello che sarà consegnato questa sera al capitano della squadra vincitrice ( Spagna o Germania ) dal presidente dell'UEFA Michel Platini sarà, rispetto al passato, più alto di 18 centimetri ( passa da 42 a 60 cm ) e 2 chili più pesante.

L'Europeo si è giocato anche attorno alla tavola. Holger Stromberg, cuoco della Germania, ha rivelato che gli spaghetti al ragù con mousse alla mela sono uno dei piatti preferiti dai giocatori tedeschi. Vanno forte anche i panini con formaggio e Nutella. Bizzarra come dieta... ma comunque i tedeschi sono in finale.
Meno fortunata la nazionale rumena, che è ricorsa invece al cuoco turco Yalan Kadir. Pasta, pesce e piatti di verdure sono stati tutti cucinati con il massimo della cura. Il pezzo forte del suo menù è stata la zuppa turca chiamata 'ciorbe' , brodo con succo di limone o barbabietola. E a chi chiede il perché di un cuoco turco nelle fila dei rumeni la risposta è nella storia secolare della regione. La cucina romena infatti è un mix di culture dell'Europa centrale con una forte influenza turca legata all'Impero Ottomano dominatore della zona fino alla fine dell'Ottocento.

Etichette: ,

L'opinionista...

lunedì 23 giugno 2008

Scrivere un post sulla partita Italia-Spagna di ieri sera non è facile, si rischierebbe di cadere nei soliti stereotipi del giorno.







59 milioni di italiani, 59 milioni di allenatori, 59 milioni opinioni diverse:
  • Bisognava convocare Inzaghi ! Toni è un cadavere !
  • Bisognava far giocare Borriello !
  • Bisognava convocare Messi ! Ops... è argentino...
  • ....
Decidiamo invecere di postare la semplice ma efficace considerazione della nostra amica Mari, spagnola di Badajoz ( terza in piedi da destra ), rilasciataci via Messenger pochi minuti fa:
"Buffon is good, Casillas is God"

Etichette: ,

Il "biscottone" europeo

martedì 17 giugno 2008

Chi si aspetta che questa sia una storia di integrazione, rimarrà deluso. Perché il "biscottone" europeo non è commestibile, non unirà gastronomicamente i popoli, ma rischia di rimanere indigesto per l'Italia ( e sarebbe la seconda volta nelle ultime due edizioni degli Europei di calcio ).
Il "biscotto", sinonimo di combine, potrebbe farcelo mangiare l'Olanda ( già qualificata come 1° del girone ) facendo vincere nella partita che comincerà oggi alle 20,45 la Romania ( e facendola qualificare ai quarti ) a discapito di Italia e Francia.
Sarebbe un bel colpo per gli oranje e per le altre squadre che approderanno ai quarti vedersi finire in fuori gioco ( e in questi Europei l'Italia ne sa qualcosa ) le due formazioni che hanno disputato la finale del Mondiale due anni or sono in terra tedesca.
Di sicuro Blatter ne gioirà profondamente prendendosi una bella rivincita per quello sgarbo che Cannavaro e compagni gli hanno fatto la sera del 9 luglio all’Olympiastadium di Berlino. Ci sorge qualche dubbio che ci sia la sua mano dietro gli arbitraggi "da oratorio" che abbiamo potuto ammirare negli scontri contro Olanda e Romania, anche se non ne abbiamo la certezza assoluta.

E un altro bel "biscotto" ce l’hanno preparato anche due giovani e brillanti amici del Caña Team: se siete liberi il 13 giugno del 2009, cliccate qui e potrete essere aggiornati e avrete la possibilità di contribuire ai preparativi del matrimonio di Elena ed Alessandro.
Questo annuncio, arrivato sul finire della scorsa settimana, ha rischiato di offuscare il matrimonio dell'anno Briatore-Gregoracci, e sicuramente ha mandato in tilt i siti specializzati di gossip: il matrimonio tra la bella farmacista e il rosso addetto stampa sarà il "matrimonio dell'anno del prossimo anno".
Ma parchè abbiamo parlato di "biscotto" ? Perché per il 13 giugno del 2009 avevamo organizzato il "1° Caña Day", ed il programma dell’evento ( perché di evento si trattava) doveva essere presentato a giorni. Tutto rimandato ? Tutto da rifare ?
Assolutamente no: abbiamo preparato un bel sondaggio per decidere cosa fare il 13 giugno del prossimo anno, e sarete voi, nostri piccoli amici, a indicarci la strada giusta.
Non perdete tempo, stasera mangiate il "biscottone" e trovateci un impegno per il tredici / zerosei / duemilanove.

Etichette: , ,

Quelle cose che non ci deludono mai...

venerdì 13 giugno 2008

La prima partita dell'Italia a Euro 2008 è stata un disastro: ci ha fatto perdere il consueto lunedì sportivo ( che sommata alla sosta forzata per la festività del 2 giugno è stata la seconda consecutiva ). Invece la pizza, la birra e la radiocronaca della Gialappa's Band su Radio2 come al solito non ci hanno deluso.

Poi la serata si è conclusa con la vittoria per 3-0 per la formazione di mister Van Basten. Poco male: la pizza, la birra e la radiocronaca della Gialappa's Band su Radio2 come al solito non ci hanno deluso.

Altri tempi dalla memorabile semifinale di Euro 2000: forse perché gli olandesi non hanno tirato nemmeno un rigore. Appena finita la partita ( e tutta la vaschetta del gelato ) il pensiero è volato subito alla partita di oggi con la Romania ( e su come riuscire a scappare in anticipo dal lavoro ), al povero Donadoni ( o Babbo Natale, e alle critiche che tv e giornali ci avrebbero regalato) e al dubbio se ci fosse ancora o meno birra fresca in frigo.

Che ci fosse qualcosa da cambiare nella formazione dell'Italia, visto che siamo tutti ct, l'abbiamo subito capito. Su cosa ci fosse da cambiare, ognuno ha la sua idea.

Ma non possiamo tirarci indietro dal proporre a Donadoni il nostro gioiello. Unisce classe, potenza e buon umore. Un uomo di "peso", che non dice mai una parola fuori luogo. Residente a Casale Popolo, ma naturalizzato italiano, la stella Viancinho è pronta a brillare per riportare in alto l'Italia.

E se tutto ciò non dovesse succedere ? A noi basta la pizza, la birra e la radiocronaca della Gialappa's Band su Radio2 che come al solito non deludono mai.

Etichette: ,

Dall'Italia e dal mondo... Speciale Europei 2008 - seconda puntata

mercoledì 11 giugno 2008

Peccato non essere un giocatore della Nazionale austriaca; a quelli, infatti, che segneranno un gol a Germania e Polonia sarà data in premio una fornitura di birra a vita ( in un anno sono 108 litri di birra ). « Dopo la sconfitta con la Croazia, abbiamo pensato a cosa potesse servire per aiutare la squadra », ha spiegato il signor Menz, proprietario della fabbrica di birra "Ottakringer", sperando in questo modo di stimolare i giocatori allenati da Josef Hickersberger.

Pare che i viennesi siano talmente presi dalle partite di Euro 2008 da far crollare i matrimoni nella capitale austriaca: le cerimonie nuziali sono diminuite del 28 per cento rispetto al mese di giugno dello scorso anno. Ad oggi, 572 coppie hanno fissato una cerimonia civile nel mese di giugno, tradizionalmente il più gettonato, contro i 799 di un anno fa.

Euro 2008 distribuirà un montepremi inedito, ovvero 184 milioni di euro: di base ognuna delle 16 nazionali partecipanti riceverà 7,5 milioni di euro, mentre ogni vittoria nella prima fase a gironi varrà un altro milione ( 500mila euro per il pareggio ). Altri due milioni a testa andranno ad ognuna delle otto qualificate ai quarti di finale, mentre il premio per le semifinaliste aumenta di un milione: altri 3 a testa. Le due finaliste riceveranno 4,5 milioni a testa, la squadra vincitrice altri 7,5.
A conti fatti, la nuova nazionale campione d'Europa avrà fatto guadagnare alla federazione che rappresenta 23 milioni di euro. Tutto ciò vuol dire che il montepremi è cresciuto del 40% in soli quattro anni, cioè rispetto a Portogallo 2004, quando le sedici partecipanti si erano divise in tutto 129 milioni di euro.
Ma ad Euro 2008 ci saranno anche i 4.000 euro che l'Uefa verserà per ogni gol segnato a un fondo speciale della Croce Rossa.

Anche se non hanno trovato i biglietti, molti tifosi arrivano in Austria e in Svizzera perché vogliono comunque vivere dal vivo le partite delle rispettive Nazionali, piazzandosi davanti ai maxi-schermi delle "fan zone". La più grande è quella di Vienna, che può accogliere fino a 70mila persone. Al loro interno si possonno consumare soltanto prodotti, come panini e birra, prodotti dagli sponsor della manifestazione. Nonostante questo, la nettezza urbana viennese ha raccolto 38,46 tonnellate di rifiuti nella
"fan zone" in soli due giorni.

Ah... ricordatevi di fare i complimenti a Spillamy !

Etichette: ,

Dall'Italia e dal mondo... Speciale Europei 2008

sabato 7 giugno 2008

Gli Europei 2008 non sono ancora iniziati, ma il clima è già rovente. I media polacchi e quelli tedeschi continuano a scambiarsi insulti e accuse in vista della sfida di domenica. Dopo aver ritratto il c.t. polacco Leo Beenhakker con le teste mozzate dei tedeschi, il popolare quotidiano polacco Varsavia Fakt ha titolato a caratteri cubitali « Scandalo - Austria e Germania ci vogliono fregare ». La paura è la possibilità che Austria e Germania giochino per il pari qualora sia un risultato utile ad entrambe.

Tutto è pronto a Cesenatico per "Europei in Bianco e Nero": l'evento consiste nel commento delle partite dell’Italia da parte delle vecchie glorie del Cesena. Un progetto sulla scia delle "Fansfest" tedesche che hanno portato in piazza migliaia di tifosi a incitare la propria nazione. Un maxi-schermo, l'invitante piazza Andrea Costa di Cesenatico, centinaia di sedie a disposizione dei supporter della compagine bianconera e l’atmosfera di uno stadio per tifare gli azzurri. Nelle serate il presidente, il dirigente, il giocatore, il cronista, tutti rigorosamente targati AC Cesena, commenteranno le qualificazioni della Nazionale più la finale del 29 giugno indipendentemente dalle squadre in campo. Proseguirà invece l'evento "Europeo in Bianco e Nero" anche nei quarti e nelle semifinali qualora l'Italia si qualificasse. Siamo sicuri che i casalesi si accontenterebbero di poter vedere una partita dell'Italia con il mitico Piero Panzanaro, capitano nerostellato, al proprio fianco.

Mentre sono stati fissati i premi per la Russia di Hiddink ( 10 mila euro per ogni partita vinta e 60 mila euro per ciascun giocatore in caso di qualificazione ai quarti ) il difensore rumeno Christian Chivu rifiuta il premio proposto da Gigi Becali patron dello Steaua Bucarest dichiarando: « Siamo fieri di indossare la maglia della nazionale, di rappresentare il paese; non c’è bisogno di soldi ».

La Spagna ha lanciato l'allarme zecche nel territorio austriaco. Poiché tali parassiti possono trasmettere la meningo-encefalite, letale nel 2% dei casi, i giocatori si sono sottoposti alla necessaria vaccinazione. Anche il medico della Nazionale italiana, il professore Zeppilli, ha spedito una lettera a tutti i giocatori consigliando di vaccinarsi. E siccome non bastava l'allarme zecche, suscita preoccupazioni anche l’allarme morbillo. Sia in Austria che in Svizzera l’epidemia non è stata debellata; perciò la Nazionale tedesca ha vaccinato tutti i giocatori e lo staff al seguito. Il pericolo più temuto è legato però ai tifosi, che al ritorno possono importare il virus nelle proprie nazioni.

Etichette: ,