<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

28 aprile: grazie dai bloggers casalesi

martedì 29 aprile 2008

Se ieri il nostro messaggio di solidarietà nella giornata mondiale dedicata alle vittime dell'amianto é andata bene non é un caso, alcuni grazie sono dovuti.
Grazie a Bruno Pesce e ad Ale che in CGIL hanno avuto pazienza nel rispondere ai nostri dubbi, nel fornirmi materiale e nel darci la massima collaborazione. Grazie davvero, avete sposato un'idea che era ancora nella testa di quattro folli senza avere nulla di tangibile in mano, fa piacere avere fiducia da certe persone. Grazie soprattutto quello che il Comitato Familiari della Vittime dell'amianto fa a Casale Monferrato .
Grazie a tutti quelli che insieme al sottoscritto hanno creduto fin dal primo momento a questo "matrimonio fra diversi"che ha funzionato molto ma molto bene.
Grazie a
Spillamy, al Russo, a remofragolino, ed al Ricciolo.

Ognuno di loro nello specifico sa bene il perchè. Poi un ringraziamento va a Daniele Verzetti, Rockpoeta che ha immediatamente sposato la causa con un pezzo particolarmente ben riuscito.
Grazie poi ai link che hanno proseguito: giuseppina sul suo
omonimo blog, poi televideo's, l'incarcerato, enzino su laputiadapuccio, poi il banner su dal letame nascono i fior, Bufalo (che era stato il primo a commentare l'iniziativa) non é da meno su correndo sull'orlo del boccale, ringraziamo "schiavi o liberi" che intitola perfettamente il post paese di m..., rudy ha linkato l'argomento su incidenze insieme ad un altro bell'articolo sull'amianto e Lucia dalla Campania su semi-seri. Last but not least qualcuno con il quale in sinergia si era già lavorato, MAS che ha postato il pezzo paro paro.

Un grazie va a tutti quelli che hanno lasciato un semplice commento sui cinque blog coinvolti, é stato comunque molto importante per noi casalesi, grazie a chi si é aperto parlando del proprio dolore, a chi s'è messo a disposizione per darci fattivamente una mano, a chi ha confermato della sottovalutazione del problema in Italia, a chi si é detto semplicemente ma fermamente incazzato e schifato per tutto ciò.

Grazie a tutti i blogger che hanno ospitato il nostro appello, grazie a tutti quelli che abbiamo dimenticato di ringraziare, é stata veramente una scommessa vinta.

A tutti chiediamo di continuare a diffondere il video e di darci una mano sulla strada intrapresa da oggi.

NON LASCIATECI SOLI!

Etichette: ,

28 aprile: Giornata mondiale vittime dell'amianto

lunedì 28 aprile 2008

Questo piccolo contributo a favore della lunga e dura battaglia contro l'amianto nasce da un dovere, prima ancora che etico, di "casalesità".
Siamo diversi bloggers che gestiscono i propri spazi su internet nella maniera più eterogenea possibile gli uni rispetto agli altri, ma una cosa in comune l'abbiamo: siamo nati e cresciuti a Casale Monferrato con i nonni che parlavano della "polvere", con i genitori che ci hanno spiegato cos'era realmente e con la triste prospettiva di essere noi a doverlo spiegare un domani ai nostri figli.
Abbiamo visto parenti, amici o semplici conoscenti andarsene per colpa di quella maledetta fabbrica e dell'eredità che ha lasciato nell'aria, sui tetti, nelle tubature, ma quello che é peggio é che dopo ogni lutto ci si chiede: chi sarà il prossimo ?

www.canateam.net
spillamy.splinder.com
ilricciolo.blogspot.com
ilrusso.blogspot.com
remofragolino.blogspot.com

Insieme. Per Casale.


Dal 1907 al 1986 a Casale Monferrato ha operato la multinazionale Eternit, specializzata nella produzione di prodotti in cemento amianto per l'edilizia.
L'esposizione alle fibre aerodisperse dell'asbesto (amianto) provoca, oltre all'asbestosi, diverse tipologie tumorali fra le quali la più frequente é il mesotelioma pleurico, privo di cura, la cui incubazione può variare dai 15 ai 45 anni.
In Italia l'impiego dell'amianto é stato messo fuorilegge solo nel 1992; a Casale Monferrato l'amianto, secondo l'indagine del Procuratore della Repubblica di Torino Raffaele Guariniello, ha già ucciso, ad oggi, 1.400 persone fra le quali 900 ex lavoratori dello stabilimento Eternit e 500 cittadini.
L'amianto é stato utilizzato nella fabbricazione di materiali isolanti, nella sostituzione di freni e frizioni, per alcune plastiche rinforzate e vernici, nei prodotti di cemento amianto per l'edilizia (condutture dell'acqua, tetti, canne fumarie): solo nella città di Casale oggi si stimano ancora 800.000 metri quadri di coperture da bonificare.
Recentemente è stato valutato che i casi di mesotelioma pleurico e malattie derivanti dall'amianto aumenteranno progressivamente fino a raggiungere un picco che vedrà il suo culmine fra il 2015 ed il 2020. NON LASCIATECI SOLI.

Etichette:

Ora e sempre Resistenza !

venerdì 25 aprile 2008


Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra costituzione. ( Piero Calamandrei )

Ha ancora senso festeggiare il 25 aprile ? Secondo noi sì. E nel nostro piccolo pensiamo che se siamo liberi di scrivere su un blog le nostre idee lo dobbiamo a tutte quelle persone, uomini e donne, italiani e stranieri, credenti o non credenti, che durante la seconda guerra mondiale hanno combattuto per la libertà.
Il 25 aprile 1945 i partigiani liberano Milano dall'occupazione dei nazisti e dai fascisti. Anche la popolazione civile insorge e vaste zone dell'Italia settentrionale vengono liberate prima dell'arrivo delle truppe anglo-americane. Più di cinque anni dopo l'invasione tedesca della Polonia, la guerra mondiale giunge al suo epilogo.
Crediamo che sia molto pericoloso sentire alcuni personaggi che ancora oggi mettono dei punti interrogativi sulla Resistenza, umiliando e sterminando di nuovo quelle persone che, senza secondi fini, hanno dato la vita per un futuro di pace.
Per questo motivo abbiamo accolto con entusiasmo l'iniziativa di "Mondine 2.0 – di madre in figlia": un progetto multimediale e collettivo che ha l'intento di raccontare la storie delle mondine abbattendo il confine tra autori e pubblico. La loro storia è anche la storia di tutti quelli che oggi portavo avanti gli ideali di libertà, di uguaglianza e di pace.
L'iniziativa era denominata "250 bloggers per il 25 aprile", ma alla fine dei conti di bloggers ne hanno riuniti molto di più. Questo è un buon segno, ma deve essere chiaro a tutti che su questo argomento non si deve abbassare la guardia.

Augurandovi un buon 25 aprile, vi invitiamo a non perdere questa sera alle 23.45 su RAIDUE la versione teatrale di "Gomorra", lo spettacolo tratto dall'omonimo romanzo di Roberto Saviano.
Non lasciando sole le persone come Saviano, che anche oggi partecipiamo a quella stessa Resistenza.

Etichette:

La nostra risposta su Alitalia

mercoledì 23 aprile 2008

Caro Caña Team, ma le meteore di cui ogni tanto parlate, le avete conosciute veramente?
(Arnold)

Caro Arnold, delle meteore di cui parliamo sul blog, noi abbiamo un vago ricordo, ma il curatore della rubrica, il nostro amato Tombolotto, non solo le ha conosciute e si ricorda di tutti i minimi particolari della loro vita, ma continua a frequentarle.
Il motivo per cui ne parla è che viene sovvenzionato dalle stesse meteore, speranzose di tornare in auge.


Cosa ne pensate della situazione Alitalia?
(Jean-Cyril, Parigi)

Caro lettore, grazie che ci fai tornare con i piedi per terra a parlare di attualità. Della situazione di Alitalia pensiamo molto male. A pagarla saranno come al solito i lavoratori.
Sosteniamo però che il mezzo di trasporto aereo sia ormai sorpassato: la nostra proposta per il futuro è il Bibliobus.


Ragazzi, chi vincerà il campionato?
(Massimo e Roberto, Milano)

Prevediamo un testa a testa fino all’ultima giornata tra l’Armata Virtus e Orientana07.

Etichette:

Scommessa africana

venerdì 18 aprile 2008

Nell'editoriale del mese di Aprile della rivista Nigrizia ( mensile dei padri comboniani dedicato al continente africano e agli africani nel mondo ), la redazione del giornale ha aperto una scommessa sui Mondiali 2010 che si svolgeranno in Sud Africa. La loro considerazione non si riferisce ai vincitori e ai vinti delle singole partite, ma inizia "dalla Cina e anche dallo sport".
I comboniani affermano che "i movimenti del Tibet, che vogliono l’indipendenza del loro paese, hanno approfittato delle Olimpiadi per sollevare, ancora una volta, il problema e sbatterlo in faccia all’opinione pubblica internazionale. Hanno, cioè, alzato il livello dello scontro con le autorità cinesi, utilizzando l’evento sportivo come leva globalizzata e mediatizzata per far valere le loro ragioni e chiedendo il boicottaggio dei Giochi olimpici. In questo modo, hanno ribadito al mondo che il Dragone ha qualche serio problema di democrazia e di rispetto dei diritti umani."
Ne traggono fondamentalmente due insegnamenti: conviene "lavorarci dentro" facendo emergere il marcio di una situazione che mettersi di traverso e sono convinti che sia necessario organizzarsi per tempo "per utilizzare le luci dello sport per illuminare temi e problemi che ordinariamente rimangono nell’ombra".
Nigrizia, come detto molto attento alle questioni africane, passa facilmente dalle Olimpiadi 2008 all'edizione sudafricana della Coppa del Mondo di Calcio del 2010, proponendo di costruire insieme a chi si occupa a vario titolo di Africa, "un percorso che ci faccia arrivare ai Mondiali sudafricani con, nella bisaccia, tutta una serie di eventi paralleli e alternativi alla manifestazione sportiva. Eventi che coinvolgano anche le società civili africane, in primis quella sudafricana".
Molti sono i temi che stanno a cuore a chi crede nell'Africa: "lo stato dei cantieri della democrazia e diritti fondamentali, il rebus dello sviluppo, le migrazioni ( anche interafricane ), le relazioni pericolose con Cina e Usa, quelle ondivaghe con l'Europa, lo spazio mediterraneo…". Usare il Mondiale per fare finalmente informazione sul continente africano sarebbe un primo esempio di democrazia.
L'editoriale si chiude con la prima scommessa: "Chi ci sta, si faccia avanti". Se questa scommessa vi attira, l’indirizzo mail del giornale comboniano è il seguente:
redazione@nigrizia.it

Etichette: , ,

Meteore: Marco V.

martedì 15 aprile 2008

Eccovi con un altro appuntamento dedicato alle meteore del panorama locale. Ringraziamo il nostro Viancio per il contributo ma soprattutto il suo collega per aver corretto e riveduto lo scritto, risparmiando a noi quelle due o tre ore di lavoro.


"La meteora di oggi è Marco V.
Nato a Casale trent'anni fa il nostro eroe si può considerare una delle più fulgide stelle del calcio da giardini pubblici del panorama casalese e non solo...
Ebbi la fortuna di conoscerlo sul finire degli anni novanta, quando il duemila sembrava lontano ed al posto dei telefonini ci si dava appuntamento a voce da un giorno all'altro: "Alle 3 ai giardini" ( ndr: quelli dietro la palestra Leardi ).
Attacante di razza era nella categoria dei top five, ovvero di quelli che, quando si facevano le squadre, uno dei due capitani sceglieva tra i primi cinque.......
Il bomber del Priocco ( ndr: quartiere di Casale Monferrato ) era capace di segnare anche cinque sei goal a partita portando quasi sempre la sua squadra alla vittoria. Molte erano le sue specialità, tipo quella di giocare a non più di cinque centimetri dalla porta o di tornare verso la propria area solo nelle feste comandate.
Altro particolare che distingue l'uomo comune dalla leggenda fu l'essere uno dei primi casalesi ad avere il Fifty Malaguti, una specie di Ciao Piaggio con le marce che faceva gli 80 Km/h, credo l'unico in Italia ad averlo marrone metallizzato ma sopratutto fu uno dei pochi ad acquistare, in occidente, la Hyundai Accent in un colore improponibile: verde lago inquinato.
Indimenticabile poi negli anni la sua grande amicizia con Alessandro B.: insieme fecero sognare l'Ozzano Calcio in terza categoria sfiorando la promozione in seconda.
Insieme a Marco V., Franco D., Michele D.S., Andrea C. e Fabio C. mi rimangono impresse nel cuore le scorribande a metà anni novanta presso il pub "La Stella" di Pieve del Cairo ( PV ), dove riuscimmo in un'epica impresa: andare per nove giorni di seguito nello stesso locale, roba da Guinness se si considera che Casale-Pieve sono 38 Km solo andata. Ricordo che La Stella è un comunissimo bar/pub ma ad ogni tavolo sono presenti un telefono ed uno schema con i numeri degli altri tavoli. Risultava così molto divertente tentare di rimorchiare le ragazze degli altri tavoli..."

Chiunque avesse notizie di Marco V. ci aggiorni o ci metta in contatto con lui, sarebbe graditissimo un suo intervento sul nostro blog !

Etichette:

Il "voto utile" è solo per Ciuchino!

venerdì 11 aprile 2008

Se in questa campagna elettorale ci sono state delle novità, le dobbiamo tutte all’onorevole Ciuchino e al suo programma di progresso economico e sociale.
Noi abbiamo avuto la fortuna di incontrarlo in una pausa del suo tour elettorale, e tra una birra e una partita alla PlayStation ci ha confidato che comunque andranno le cose si considera felice di aver fatto tante conoscenze ( femminili ) e di aver preso tanti contatti ( su MSN Messenger ).
Il nostro ultimo appello è per il voto utile: i Cavalieri dello Zodiaco non potranno mai governare l’Italia, gli asinelli ( !!! ) si !
Il 13 e il 14 aprile votate il Partito del Ciuchino !

Etichette:

Prezzi “bloccati” per Euro 2008

martedì 8 aprile 2008

Mancano due mesi all’inizio di Euro 2008 ( 13ª edizione del campionato europeo di calcio per nazionali ), le cui fasi finali si svolgeranno in Austria e in Svizzera dal 7 al 29 giugno ( finale a Vienna ). E noi non potevamo che interessarci dell’argomento.
Naturalmente siamo scarsamente interessati alla notizia che i biglietti per assistere alle partite hanno prezzi che variano dai 45 ai 110 euro ( per la finale si arriva anche ai 550 ) per un totale di 1.050.000 acquistabili tramite il sito internet
www.euro2008.com.
Più interessante è sapere che circa il 25% dei biglietti è riservato a federazioni e sponsor ( la casta ? ) che senza spendere una lira si accomoderanno in tribuna vip per meriti “divini”.

Ma quello che veramente ci preme far sapere ( e che consideriamo una vera rivoluzione democratica ) è che il governo della città di Zurigo per evitare speculazioni ha fissato il prezzario per la prossima estate: una salsiccia costerà 5 franchi ( circa 3€ ), una lattina di birra 6 franchi ( circa 3,50€ ), una bottiglia da mezzo litro di bibita analcolica 5 franchi. I prezzi fissi varranno soltanto per i ristoranti e i punti vendita che saranno allestiti all'interno delle zone speciali per i tifosi
Birra e salsicce a buon mercato durante Euro 2008: lo spettacolo ( a tavola ) può iniziare.

Etichette: , ,