<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Il coccodrillo per Ciuchino

venerdì 30 marzo 2007

Lo abbiamo appoggiato nella sua battaglia per entrare in Parlamento, abbiamo esaltato la gestione della "Finanza Creativa" ( la formazione del Fantacalcio che ha portato alla vittoria nella scorsa "Kebabbara" ), lo abbiamo salutato e poi ospitato sul blog per raccontarci la sua "avventura" inglese.

Oggi 30 marzo 2007 è giunto il momento di regalargli "un coccodrillo". Due animali che difficilmente si possono accostare – Ciuchino e coccodrillo - ma la storia ce lo chiede e noi, alla storia, non possiamo dire di no. E se fra qualche anno, per celebrare l'economista da discoteca, Wikipedia linkerà questo post per raccontare la laurea dell'uomo più amato dalle donne che non lo conoscono, non sarà una colpa nostra, ma bensì un merito del nostro tanto caro Ciuchino.
Uno come lui di economia se ne intende, in università lo conoscono come il "Tremonti calvo, ma più intelligente dell'originale". Non è un segreto rivelare che nei mesi in cui Siniscalco – fino al 2006 professore ordinario di Economia politica nell'Università di Torino – ha ricoperto il ruolo di ministro tecnico dell’Economia nel secondo e terzo Governo Berlusconi, utilizzasse i servigi di Ciuchino per fare... colpo sulla Prestigiacomo.

Stasera ci aspetta il Gran Galà a "La Quercia Rossa", "l'Hollywood de noatri", per festeggiare il primo traguardo del nostro inviato speciale in terra inglese. E chissà se anche al Cervo – l'artista della famiglia – sempre geloso dei successi del fratello in campo amoroso, scenderà una lacrimuccia ? Perché sotto quella dura scorza batte un cuore... E non è detto che stasera il Cervo non ci provi con il coccodrillo...
110 di queste lodi !

Etichette:

Meteore: Edo

mercoledì 28 marzo 2007

La meteora che vi presentiamo oggi è Edo, altresì detto Tempe o Edo Van der Meyde.

Il racconto inizia anche qui nelle assolate steppe romane, anno del Signore 2000, Giornata Mondiale della Gioventù.
Il racconto inizia sopratutto con una delle imprese più eroiche che si ricordino: Casale-Asti in 20 minuti con una Fiat Uno, che subito dopo ha esalato l'ultimo respiro, per andare insieme alla segreteria della Pastorale Giovanile diocesana a mettere i nomi negli scompartimenti del treno che ci rovesciò su Roma ( in senso figurato, s'intende ).


Il viaggio lo vedrà protagonista per tanti piccoli gesti eroici e sopratutto per aver guidato un manipolo di eroi nell'epica "caccia alle polacche".

Ben altri fatti permisero alla nostra memoria di ricordarne la figura.

Prima della partenza per Roma, la nostra diocesi di Casale Monferrato ospitò giovani serbi e polacchi.
All'accoglienza dei gruppi, il comandante in capo del vicariato di Occimiano si presentò con un malloppo di fogli dello spessore della Divina Commedia, che rappresentavano il programma dei tre giorni di permanenza dei simpatici amici stranieri ( probabilmente era calcolato al minuto ). Ma il colpo di scena era dietro l'angolo: non appena cominciarono le presentazioni, le sventolone di oltrecortina ammiccarono al supereroe giarolese esprimendo la volontà di passare la giornata successiva al mare.
Vista l'avvenenza e canticchiando già all'eventuale motto da spiaggia "tutti al mare tutti al mare a.........." il Tempe nazionale gettò all'aria i programmi di mesi e mesi di lavoro e pregustò il panorama dell'indomani ( non parliamo del mare ). Nella foga organizzativa si dimenticò di rammentare alle fanciulle che il sole preso senza protezioni non è salutare.

Dopo la giornata mondiale, il buon Edo entrò a far parte dell'Operazione Mato Grosso, dedicando seriamente la sua vita all'impegno verso i poveri e i bisognosi. Partì nel 2002 per il Perù dove fece una bella esperienza di un anno in quella terra di missione.
Attualmente è sposato con una ragazza di Lecco e gestisce un rifugio costruito dai tanti volontari dell'O.M.G stessa.

Dal Caña Team un sentitissimo in bocca al lupo !

Etichette:

Riunioni di redazione

martedì 20 marzo 2007

Capita anche a noi, anche se non si direbbe, di fare a volte delle riunioni di redazione. Capita molto di rado, ma capita. L'ultima si è svolta, approfittando anche delle "vacanze romane" di Viancio, a casa di Pablo, davanti ad un pouff pieno di cibarie e con la Menabrea nei bicchieri. Da quando il mondo è mondo, ancor prima che nascesse il Caña Team, quando ci troviamo facciamo precedere ogni nostro sforzo mentale da una bella pausa. Cosa volete, siamo fatti così...
Ma ritorniamo alla riunione, in cui il buon Rezzo ci ha illustrato tutte le migliorie che il suo "genio incompreso" ha apportato al blog. Pensate, anche Paciugo era attento a quello che veniva detto.
E mentre Berto poneva degli interrogativi a cui neanche Bill Gates sarebbe riuscito a rispondere, Rezzo se ne usciva con una frase, che se non rimarrà negli annali, sicuramente rimarrà scritta su queste pagine web: "D'altra parte abbiamo fatto il blog perché avevamo qualcosa da dire !".
Neanche lui credeva a quello che aveva appena detto, Paciugo si è risvegliato dal torpore e – dopo un minuto di pausa – siamo tornati a giocare alla Play.


Secondo voi, se avevamo qualcosa di importante da dire, avremmo scritto un post del genere ?

Etichette:

Qualcosa di Normale

giovedì 15 marzo 2007

Ogni tanto il Caña Team si sente in dovere di fare da megafono per qualche iniziativa importante, specialmente se di mezzo c'è qualche amico vero.

Per questo motivo vogliamo segnalarvi l'iniziativa benefica che coinvolge i giocatori della Junior Basket e le giocatrici della Junior Volley, con un obiettivo preciso: vestire gli atleti, gli allenatori e gli accompagnatori della Associazione Sportiva Disabili Silvana Baj.
Ecco le parole di Franco Osenga, presidente dell'Associazione Sportiva Disabili Silvana Baj: «Non possiamo che ringraziare per la splendida opportunità che viene offerta ai nostri atleti. Gli obbiettivi che come società sportiva ci prefiggiamo vanno sicuramente oltre ai semplici risultati agonistici: per noi sono pioritari la crescita in autostima, la responsabilizzazione di ogni singolo atleta e la sensibilizzazione dell'opinione pubblica nella promozione dello sport a favore dei soggetti diversamente abili. Per questo motivo riteniamo estremamente importante l'attenzione che gli atleti di basket e volley ci hanno riservato: una gratificazione per l'impegno ed i risultati ottenuti dalle nostre squadre ed allo stesso tempo la dimostrazione di quanto lo sport, a qualsiasi livello, possa diventare... qualcosa di normale».
Nel pomeriggio di sabato 17 marzo, dietro al banco della "vendita", ci saranno i giocatori giocatori della Junior Casale pronti per firmare un autografo sui poster. L'offerta minima è di 5 euro.

Già quattro negozi hanno già allestito una vetrina speciale per l'occasione; gli orari dove potrà essere acquistata la foto della squadra direttamente da Fazzi e compagni sono:


DALLE ORE 16.30 ALLE ORE 17.30
Negozio Kammi, Via Roma 57
Negozio Krumiri Rossi, Via Lanza 17

DALLE ORE 17.30 ALLE ORE 18.30
Negozio Sisley, Via Roma 123
Negozio Riposio Giochi, Via Roma 181

Etichette:

Nota di Servizio

venerdì 9 marzo 2007

Cari piccoli amici, magari non l'avrete notato, ma in questi ultimi tempi abbiamo introdotto un sacco di novità.
Innanzitutto il blog è ora correttemante visualizzabile con il browser FireFox. Si tratta del browser alternativo creato dall Mozilla Foundation, focalizzato innanzitutto sulla sicurezza, ma anche sulla velocità e sulla compattezza. Inoltre è un software multipiattaforma ( Windows, Mac OS, Linux, OS/2 ).
Abbiamo introdotto anche i Feed RSS. Se non sapete cosa sono, non vi spieghiamo nemmeno come usarli !
Da oggi è possibile ricevere i nostri post comodamente via mail, iscrivetevi numerosi ma non dimenticatevi di visitare il nostro blog !
Infine la ciliegina sulla torta: la Snap Preview. A cosa serve ? Beh... a nulla !

A Roma con Viançen - Giorno 4

giovedì 8 marzo 2007

"Giornata intensa con il nuovo record di camminata in Roma... 29 Km ( si fa per dire ) tra San Paolo, San Giovanni, Scala Santa, Piazza Venezia e vie centrali. Non contento ho accompagnato l'obiettivo di "The Hammer", cioè le due ragazze di Cocconato, fino all'Hard-Rock Cafè. Da lì con loro ovviamente altri mila kilometri andando in Piazza di Spagna, Via Condotti, Via del Corso, Piazza del Popolo, Gianicolo, secondo giro a Trastevere, visita al corteo delle lesbiche in onore della festa della donna, insomma... ore ed ore di cammino... A cena Tirzan e Fabio B., dopo l'ennesimo litro di vino, iniziano il loro show: vecchiette eccitate e Vescovo plaudente. Siamo alla frutta... in tutti i sensi."

Etichette:

Sulla strada giusta

Questo stesso testo esce oggi anche ne «l’Amaca» di Michele Serra su Repubblica, in «Italians» di Beppe Severgnini sul Corriere della Sera e nel «Buongiorno» di Massimo Gramellini su La Stampa. Il Caña Team si unisce a questo messaggio.

Dall'inizio dell'anno sono morti sulla strada più giovani italiani ( 138 ) che in tutte le missioni militari dal 1945 in poi ( 106 ). Per interrompere questo suicidio collettivo a puntate, il governo si accinge a dettare regole e inasprire sanzioni. Come già il governo precedente, ingrandisce il cartello «Attenti al cane» senza rendersi conto che il cane non c'è. Il cane sono le pattuglie di polizia e carabinieri che dovrebbero controllare il territorio, dissuadendo gli ubriachi dal salire in auto e sottoponendo i sospetti alla prova del palloncino. In Germania, dove bevono peggio ma non meno che da noi, le stragi del sabato sera non esistono più. In Francia neppure. E non in virtù di un miracolo o della particolare resistenza alcolica degli indigeni. Il crollo degli incidenti ha coinciso con la decisione di mettere una pattuglia di agenti davanti ai locali a rischio. Cosa costa imitarli ? Nelle casse dello Stato ci sono 37 miliardi di entrate fiscali extra: potremo permetterci di usarne qualcuno per pagare gli straordinari alle forze dell'ordine. Persino la Federvini ha promesso un aiuto. Se il numero d'incidenti crollasse di colpo, sapremo di essere sulla strada giusta. Coraggio, ministri Amato, Bianchi e Melandri. Fatelo per i ragazzi e un po' anche per i genitori: passano le notti in bianco in attesa di una porta che si apre.

Etichette:

A Roma con Viançen - Giorno 3

mercoledì 7 marzo 2007



"The Hammer is back ! Il nostro apostolo dei giovani, il nostro moralizzatore, il megafono di Dio ha lanciato la sua offensiva finale su Cristina ( la bruna ) ed la Alessia ( la bionda ). Il simpatico arrembaggio è proseguito nel pomeriggio mediante l'ennesima visita/maratona di Roma, proseguita in serata con il Vicario che faceva da Cicerone di lusso."



Etichette:

A Roma con Viançen - Giorno 2

martedì 6 marzo 2007

"Cronaca odierna non particolarmente ricca a parte il Vicario che ormai ha battuto tutti i record di discorsi interrotti ( ndr: ci ricorda qualcuno... ). Prosegue la caccia alle ragazze da parte dei seminaristi, soprattutto verso le due ragazze di Cocconato d'Asti. Anche oggi visita maratona di innumerevoli monumenti. Per finire non sappiamo ancora se torneremo: siamo usciti con due compagni di Acqui Terme che ci hanno già fatto salire e scendere dallo stesso bus tre volte..."

Etichette:

He's back

Mentre Viancio a Roma cercava disperatamente di andare a fare un salto a "La Parolaccia" e il mondo affrontava con turbamento la notizia riguardante la "brava Giulia", esclusa dalla finale di Amici ( almeno così recitano i siti di informazione sul web... ), noi ci consolavamo con l'abituale partita di calcetto del lunedì sera, che prevedeva una grande rientro.
Spinto da critica e pubblico, ieri sera al PalaSobrero grande ritorno al calcio giocato di GB, Valerio ( o Balerio per gli amici ), il rumeno di Roncaglia, il fantasista della pastasciutta. Leggermente soprappeso, ma comunque più agile e decisivo di Ronaldo, ha portato al successo la sua squadra tra lo stupore degli avversari ( Bonimba, abituale frequentatore della cena post-partita, ieri sera ha addotto scuse che non stavano in piedi pur di non venire all'Apollo a farsi carico degli sberleffi dei vincitori ).
Non possiamo dimenticare la data del 21 ottobre del 2001: mentre seguiva in un noto locale cittadino il derby Inter-Milan, ci ha regalato la sua più grande prestazione. A metà del secondo tempo, Contra si libera al tiro da venti metri e coglie l'angolino alto alla sinistra di Toldo portando il risultato sul 2-1 per il Milan ( finirà 4-2 per i rossoneri ). GB, noto tifoso del Diavolo, si alzo in piedi per esultare correndo per tutto il locale al grido di "Contra ! Contra !"... dopo pochi metri stramazzò al suolo tra l'ilarità generale.
Per una coincidenza della storia, nel giorno del ritorno di Valerio, Ciuchino prendeva l'aereo per ritornare a Londra.

Chissà se un giorno li potremmo rivedere giocare insieme. Se dovesse accadere, speriamo che ci sia anche il Cervo a calciare un po' di caviglie.

Etichette:

A Roma con Viançen - Giorno 1

lunedì 5 marzo 2007

A grande richiesta parte oggi la cronaca dell'incontro dei vescovi piemontesi ( ed altri pellegrini ) col Santo Padre. Il nostro tondeggiante amico non poteva farsi sfuggire l'occasione di raccontare nei minimi particolari il suo viaggio che si concluderà venerdì. Ormai è inutile ripeterlo, ma i testi scritti da Viancio vengono interamente rivisti prima della pubblicazione.

"Partenza ore 6 con Rettore agitato come lo Stromboli. Prima sosta verso le 10 a la Spezia, in un autogril 3x0,5 metri. Tra le 14.30 e le 16, pranzo ad Orvieto in un locale del quale preparerò un articolo per La Guida Viançen. A seguire visita/maratona nel Duomo e museo. Arrivati a destinazione, nella casa di accoglienza, scendiamo nell'area comune e notiamo un'avvenente signorina di Butera che domani avrà un concorso. Come avrete capito è compaesana del nostro amico Rocco ( ndr: no, non quel Rocco... ). I nostri amici seminaristi non perdono tempo e si buttano come leoni sulla gazzella. Andrea ( Tirzan ) la fa da padrone ma alla fine nessuno riesce ad ottenerne il numero di telefono. Nel dopocena, passeggiata dispersiva... nel senso che ci siamo persi per Roma..."

Purtroppo ( aggiungiamo ) sono stati ritrovati tutti...

Etichette: