<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Scommessa africana

venerdì 18 aprile 2008

Nell'editoriale del mese di Aprile della rivista Nigrizia ( mensile dei padri comboniani dedicato al continente africano e agli africani nel mondo ), la redazione del giornale ha aperto una scommessa sui Mondiali 2010 che si svolgeranno in Sud Africa. La loro considerazione non si riferisce ai vincitori e ai vinti delle singole partite, ma inizia "dalla Cina e anche dallo sport".
I comboniani affermano che "i movimenti del Tibet, che vogliono l’indipendenza del loro paese, hanno approfittato delle Olimpiadi per sollevare, ancora una volta, il problema e sbatterlo in faccia all’opinione pubblica internazionale. Hanno, cioè, alzato il livello dello scontro con le autorità cinesi, utilizzando l’evento sportivo come leva globalizzata e mediatizzata per far valere le loro ragioni e chiedendo il boicottaggio dei Giochi olimpici. In questo modo, hanno ribadito al mondo che il Dragone ha qualche serio problema di democrazia e di rispetto dei diritti umani."
Ne traggono fondamentalmente due insegnamenti: conviene "lavorarci dentro" facendo emergere il marcio di una situazione che mettersi di traverso e sono convinti che sia necessario organizzarsi per tempo "per utilizzare le luci dello sport per illuminare temi e problemi che ordinariamente rimangono nell’ombra".
Nigrizia, come detto molto attento alle questioni africane, passa facilmente dalle Olimpiadi 2008 all'edizione sudafricana della Coppa del Mondo di Calcio del 2010, proponendo di costruire insieme a chi si occupa a vario titolo di Africa, "un percorso che ci faccia arrivare ai Mondiali sudafricani con, nella bisaccia, tutta una serie di eventi paralleli e alternativi alla manifestazione sportiva. Eventi che coinvolgano anche le società civili africane, in primis quella sudafricana".
Molti sono i temi che stanno a cuore a chi crede nell'Africa: "lo stato dei cantieri della democrazia e diritti fondamentali, il rebus dello sviluppo, le migrazioni ( anche interafricane ), le relazioni pericolose con Cina e Usa, quelle ondivaghe con l'Europa, lo spazio mediterraneo…". Usare il Mondiale per fare finalmente informazione sul continente africano sarebbe un primo esempio di democrazia.
L'editoriale si chiude con la prima scommessa: "Chi ci sta, si faccia avanti". Se questa scommessa vi attira, l’indirizzo mail del giornale comboniano è il seguente:
redazione@nigrizia.it

Etichette: , ,

Spillato dal Caña Team alle 16:19 -

2 boccali pieni:

mamma mia (come ha scritto l'economist sull'elezione di silvio...)! se consultate anche le riviste missionarie bisogna iniziare ad aver paura... bravi!

bisogna iniziare ad aver paura se le riviste missionarie non le leggono i tuoi futuri colleghi...

Riempi un boccale !