<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Clericus Cup, compleanno blog, antipolitica.

lunedì 29 ottobre 2007

Carissimi piccoli amici, la nuova rubrica ha riscosso un successo incredibile: siamo stati sommersi dalle lettere ! Anche questa volta abbiamo scelto per voi le 3 domande più interessanti. Non dimenticatevi di continuare a scriverci all'indirizzo mail canateam.06 ( @ ) gmail.com
Scrivete, scrivete e scrivete ! Noi magari rispondiamo !




Carissimi figliuoli, ho una domanda per voi: ma il nuovo Seminario Interdiocesano a Betania è stato pensato per seguire meglio la preparazione in vista della prossima Clericus Cup?
Tarcisio ( Città del Vaticano )
Carissimo Tarcisio, innanzitutto siamo contenti che il nostro blog sia visitato anche in Vaticano. Per arrivare alla domanda, ti dobbiamo rivelare che avendo testato di persona periodicamente la squadra di calcetto del Seminario di Casale, siamo obbligati a dire che da quando hanno perso "l'anima slovacca" non sono più quella formazione che faceva tremare il mondo. Forse andando a Betania si ritroverà lo "spirito di sacrificio" che da tempo si era perso.
Ma difficilmente li vedremo alla prossima Clericus Cup: restiamo convinti che si dovrebbero trasferire in piscina: nella pallanuoto, un centro-boa come il Tombolotto sarebbe formidabile.

Ciao ragazzi. Fra poco celebrerete il secondo compleanno in rete... Come pensate di festeggiarlo ?
Serena ( Lugano )
Ciao Serena, abbiamo cercato di tenere la notizia nascosta il più possibile ( cioè non ne abbiamo parlato con Viancio ), ma la tua domanda ci permette di svelare quello che abbiamo pensato per il secondo compleanno del blog: un pranzo sociale a cui saranno invitati tutti quelli che hanno lasciato in questi due anni almeno un commento sul nostro blog. Ma con una sorpresa: noi non ci saremo !
Naturalmente speriamo di ricevere in regalo una macchina fotografica digitale.

Non abbiamo ancora sentito dichiarazioni di esponenti del Partito del Ciuchino sulla situazione della politica e dell'antipolitica in Italia. Sapete dirci qualcosa ?
Beppe ( Genova )
Come ben sai, non essendo riuscito ad entrare nel Governo ( e soprattutto non essendo riuscito ad avere il numero di cellulare della Melandri ), il buon Ciuchino si è trasferito a Londra e crediamo che di politica e antipolitica in Italia gliene freghi veramente nulla.
Ma attenzione, il Partito del Ciuchino non è stato un bluff elettorale: Ciuchino sta aspettando il momento buono per rientrare come il "volto nuovo" della politica italiana. Giusto il tempo di commettere qualche crimine in Inghilterra, per essere più credibile in Italia !

Etichette:

25th Oct 2007 - News from London

giovedì 25 ottobre 2007

A voi l'ultima lettera dal nostro inviato a Londra preferito, Claudio:

"Carissime e carissimi pace e bene a tutti.
È ormai perecchio che manco dal Blog, e solo ora mi sono accorto della fantastica colonna sonora che fa da sottofondo alla lista degli out alla nuova Kebbabara...

All'improvviso mi sono tornate alla mente le dichiarazioni del miglior Capello su un certo Patrick Kluivert: "Kluivert capo cannoniere io ci credo !"
Per la cronoca, quell'anno segnò 3 goals ( come direbbe Mughini ) con media voto 5... beh ma questo accadeva molto molto temp fa... o meglio tanti capelli fa...

Sono ormai 10 mesi che faccio l'emigrato con la valigia di cartone, ed i più affezzionati al blog ricorderanno delle mie vicissitudini: dai vari attentati scampati, ai nani bastardi che non mi facevano lavare per più di 5 minuti... ora dopo tanta sofferenza finalmente un po' di luce, non troppa comunque...

Sebbene nessuno quotidiano sportivo ne abbia parlato, ci sono stati contatti tra il mio procuratore, Le Cervò Lizarazu, e la nazionale elvetica per assicurarsi le mie prestazioni... lavorative ovviamente.
Da inizio ottobre l'operazione si è perfezionata ed ho il piacere di comunicarvi che sono stato assoldato tra le file del Credit Suisse First Boston FC ( vedi foto in allegato che sembra un fotomontaggio ma non è ! ).
A questo si sono accompagnati alcuni benefits tra cui: piscina, sauna, palestra, dentista, bar, lavanderia, ufficio cambi, ristorante e molto altro ancora all'interno della struttura... sto progettando infatti di passarci dentro un weekend ed organizzare un mega party, e la cosa più bella è che quando entro alla mattina mi dicono "Good morning Sir"...
Capito ? Sir a me ! Sono passati i bei tempi di casa mia in cui scendevo alla mattina in cucina ed il miglior saluto che ricevo era "... Sei già qua ?"

Anyway... citando la frase del famoso film "WallStreet" : ".... goditela finchè dura, perchè non dura !"

Un abbraccio a todos el mundo

A presto

BLM ( Bacio Le Mani )"

Etichette:

Novità

lunedì 22 ottobre 2007

Da oggi potete seguire il nostro Blog anche dal vostro cellulare !
Bisogna semplicemente collegarsi all'indirizzo http://m.mofuse.com/canateam
tramite il browser del vostro telefono.
Se volete, potete scaricare Opera Mini; è un browser più performante e completo di quello già presente sul vostro telefono. Attenzione, è solo per Sistema Operativo Symbian.

Etichette:

La birra che sa di pace

Situata a circa 40 chilometri a nord est di Gerusalemme, Taybeh è l'unico villaggio totalmente cristiano che rimane in Palestina, con meno di 2000 abitanti. Dall'occupazione israeliana del 1967 nella West Bank, circa 7000 abitanti da Taybeh emigrarono in Australia, in America, in Europa e negli Stati del Golfo a causa dell'instabilità politica, della crisi economica e delle quotidiane sofferenze patite sotto l'occupazione militare.

In questo villaggio ha sede la Taybeh Brewing Co, un'azienda valutata 1,2 milioni di dollari, che ha da sempre creduto in prodotto di qualità, la birra. Per il mastro birraio Nadim ( in arabo "compagno di bevute" ) produrre buona birra è una scienza e un'arte, ma « educare la gente locale ad apprezzarla è una vera sfida ». Preparata secondo l'editto tedesco della purezza, che obbliga a utilizzare solo acqua, malto d'orzo, luppolo e lievito, sull'etichetta ( che assicura che il prodotto è "Made in Palestine" ) vanta di essere la miglior birra del Medio Oriente, con una gradazione alcolica del 5%. Il malto è importato dal Belgio, il luppolo dalla Baviera, il lievito dall'Inghilterra, l'acqua viene dalla vicina sorgente di Ein Samia, le bottiglie arrivano dal Portogallo e le etichette sono disegnate e stampate a Ramallah. E nel tempo alla Golden si sono aggiunte la Light e la Dark, per celebrare il nuovo secolo in Terra Santa. 6000 ettolitri di birra l'anno esportati in America, Giappone, Germania, Israele.

Nadim Canaan Khoury, 46 anni di cui oltre metà trascorsi all'estero, laureato in economia all'università di Boston, si è spinto più in là organizzando proprio a Taybeh l'Oktoberfest. Nella Cisgiordania ufficialmente astemia il richiamo dell'Oktoberfest è come quello del pifferaio magico dei fratelli Grimm. Dice Nadim: « È la diplomazia della pinta. In teoria solo noi cristiani beviamo alcolici, ma siamo appena l'1,5% della popolazione. Come si spiega che il 60%della birra Taybeh viene consumata in Palestina ? E che dire del 30% venduto in Israele ? ».

Chissà che su questo fiume di birra non si possano costruire presto ponti di pace.

Etichette: ,

And the winner is...

giovedì 18 ottobre 2007

Questo momento dell'anno è particolarmente ricco di premiazioni: da poco sono stati assegnati i Premi Nobel, fra poco si terrà la mitica Notte degli Oscar, sui giornali sportivi si rincorrono le voci e i pronostici per l'assegnazione del Pallone d'oro...
E quello della premiazione è davvero un momento indimenticabile per chi fino ad un attimo prima della proclamazione del vincitore non si aspetterebbe mai di essere proprio lui a vincere: ricordate come reagì Roberto Benigni quando per il suo "La vita è bella" vinse l'Oscar come miglior attore ? Raggiunse il palco camminando su schienali e braccioli delle poltrone della sala passando letteralmente sopra la testa dei divi di Hollywood e sconvolgendo non poco la formalità che di solito governa questa cerimonia.
Sabato scorso, anche il Caña Team è stato protagonista ( insieme a tanti altri ) di una premiazione che, francamente, continuiamo con fatica a ritenere tale, un po' perché concludeva una maratona non competitiva e un po' perché chi ha partecipato a questa manifestazione non l'ha fatto di certo per vincere qualcosa.
Gli organizzatori de "La vasca lunga un giorno" hanno voluto premiare quei partecipanti che, nelle diverse categorie, hanno percorso le distanze più lunghe. Il Caña Team, avendo percorso 5,8 km in vasca, è risultato primo nella categoria "Gruppi": un risultato certo non voluto ( e per questo ancor più ricco di valore ) e soprattutto sconosciuto fino alla proclamazione ( e per questo doppiamente bello).

Ci eravamo tuffati in vasca senza esserci preparati neanche un po', con nessun obiettivo stabilito, ma solo con la voglia di esserci e di partecipare alla grande festa che per 24 ore ha accomunato davvero tutti; e per il risultato conseguito ringraziamo anche alcuni amici che hanno deciso di nuotare con noi.

Rimane un unico rammarico: quello di non aver vinto il "Premio Simpatia" ( andato meritatamente ai clown dell'Associazione VIP di Alessandria ); nella prossima edizione faremo di tutto per conquistarlo. E nel caso lo vincessimo, allora potremmo anche noi saltare sulle sedie per andare a ricevere il premio.

Nella foto in alto due rappresentanti del Caña Team vengono premiati dal vicesindaco Gianni Crisafulli, dal fiduciario CONI Beppe Manfredi e dal presidente della Silvana Baj Franco Osenga.

Etichette: ,

Una "Vasca" per "fare gruppo"

venerdì 12 ottobre 2007

Abbiamo il piacere di pubblicare un significativo commento che ci è giunto a risposta del nostro post La "Vasca" oltre ai numeri. Oltre a stimolare il dibattito tra i lettori del nostro blog, vi invitiamo a partecipare al nostro nuovo quiz "Indovina l’autore":

"Non c'è nulla di razionale nel partire da casa in piena notte per andare a nuotare o, peggio ancora, a contare le vasche ad un perfetto sconosciuto.
Non c'è nulla di razionale... eppure ... lo abbiamo fatto !
Forse perchè sapevamo, partendo da casa, che sarebbe stata una bella serata. Che avremmo incontrato qualcuno e saremmo tornati a casa con qualcosa in più.
E, magicamente... è stato così.
Non ricordo più chi, ma qualcuno ha detto: "Lo sport aiuta ad abbattere i limiti e a riflettere sulle possibilità".
Forse è questo che ha spinto quello - che io ho decretato arbitrariamente vincitore morale della maratona - a nuotare semplicemente per 400 vasche per poi andare a casa solo perchè il giorno successivo avrebbe lavorato.
E lo stesso valeva per chi sapeva appena stare a galla che si è fatto un sacco di vasche per affermare la sua tenacia.
È stata una efficace terapia di gruppo per la città e per ciascuno di noi che in qualche modo è stato toccato da quell'acqua...
E, nonostante non abbia mai amato la filosofia del "fare gruppo", questa cosa mi è piaciuta, anche se non aveva nulla di razionale, perché, in fondo, Sapeva Di Buono !"

Etichette: ,

Il Derby

mercoledì 10 ottobre 2007

Eccovi il commento del derby Alessandria-Casale di domenica da parte del nostro Viancio:

"Parto dall'antefatto. Casale penultimo con tre punti, Alessandria seconda con tredici punti. Uno scarto di dieci punti in cinque giornate che ci faceva dire: "Domenica ad Alessandria ? A veder perdere miseramente la nostra squadra ?".
Se da un lato l'ex ultras in me, mi faceva dire che la squadra si ama e si segue comunque, il tifoso razionale mi faceva pensare che proprio brutto non aver nulla da fare la domenica.
Con spirito indomito decido insieme al buon Rezzo ed al Dottor Ponc di partire lo stesso verso la crociata anti eretici...... Ad Alessandria ci aspetta sorridente( forse già pregustava la festa ) il tifoso grigio, Beppe di Moncalvo.
A parte il clima da guerra civile, con un rapporto tifosi-polizia di uno e mezzo a uno, capiamo subito che non sarà una gran giornata; infatti dietro consiglio del musicologo moncalvese Giorgio S.p.o.t.s. ( più il fratello in gran spolvero )acquistiamo i biglietti della zona parterre.
Come dico sempre era meglio farsi un bidè di varechina che finire nel posto con meno visuale di gioco !!!!!!
L'unica possibilità di vedere il campo era stare in punta di piedi in spalla a un giocatore di basket, vista la rete di recinzione più alta di quella del carcere di San Michele.
Sfortuna vuole che dopo aver cercato di conquistare la zona di semi curva ( tra il parterre ed il settore ospiti ) uno steward ci abbia detto, con un ghigno di chi aveva appena capito di dire una cavolata, che per ordine del Prefetto e per motivi di ordine pubblico bisognava lasciare libera la zona pericolosa.......
Calcio d'inzio e dopo un tre minuti scarsi si capisce che se i nostri portano a casa un pareggio è un miracolo. Cerchiamo di seguire la partita da tifosi neutri, ma dopo due nano secondi, anche i bambini attaccati alla rete avevano capito che non eravamo del loco. Alla fine del primo tempo sembra di assistere a quei pareggi combinati della serie C, zero a zero senza emozioni, ma si capisce che se orso grigio e tutti i pinguini si dovessero svegliare per noi sarebbero stati volatili per diabetici ( ndr: per la spiegazione cliccate qui ) ......
Purtroppo nel calcio si sa chi è più forte alla fine vince e difatti al primo tiro nello specchio il bomber che viene dal freddo ( Fabio Artico ) mette una sabongia su punizione all'incrocio e per il Casale diventa notte fonda.
A questo punto l'Alemandria ( ndr: sì, sì... è scritto giusto ) ha cominciato a giocherellare, mangiandosi due o tre occasioni nitide, i nostri hanno dimostrato una consistenza pari al burro nel forno ed il novantesimo è stato per i nostri come il gong per il pugile: ha messo fine a quarantacinque minuti botte.

Un plauso ai tifosi casalesi che hanno sostenuto il Casale; un bravino al caldo pubblico di casa.
Speriamo adesso che la lezione subita serva da sprono e che il PR della Luna Rossa in panchina ( ndr: l'allenatore Mauro Zampolini ) riesca a rianimare i ragazzi in campo.
Infine un ultimo pensiero va ad uno striscione presente nel settore dei Boys: "Garella ? No grazie". Al contrario, purtroppo, è stato comunicato che sarà il nuovo addetto ai rapporti con la squadra ( una sorta di ministro per l'attuazione del programma ); l'ultimo passaggio dell'Omone a Casale coincise con l'anno di Eccellenza in cui ci salvammo all'ultima giornata vincendo un memorabile Casale - Monferrato, uno a zero, con il loro portiere che faceva il centravanti e il centravanti in porta.... Auguri vecchio cuore nerostellato."


PS: Il Caña Team rivuole assolutamente alla guida del Casale Calcio, l'allenatore/profeta Pasquale Ussìa !

Etichette:

La "Vasca" oltre ai numeri

martedì 9 ottobre 2007

Non possono essere solo i numeri a testimoniare la riuscita ed il forte spirito di unità della città di Casale Monferrato e dei paesi limitrofi che venerdì e sabato scorsi si sono stretti attorno ai 55 atleti dell'Associazione Sportiva Casalese Disabili SILVANA BAJ. Non possono essere solo i "grandi nomi" dello sport a dare un senso alla seconda edizione di "Una vasca lunga un giorno". Non possono essere solo 24 ore ( anche se di nuoto ) a poter cambiare il mondo.
Dietro alla seconda edizione di "Una vasca lunga un giorno" organizzata splendidamente dai volontari del "Silvana Baj" al Centro Alcarotti di Casale Monferrato c’è molto di più.

Ci sono i sorrisi dei 1215 partecipanti ( quasi 400 in più del 2006 ) che hanno percorso 370 chilometri a nuoto ( in attesa del calcolo dei 500 studenti delle scuole di tutto il Piemonte ). Ci sono le parole di Chiara Boggiatto ( atleta della La Presse Torino, in corsa per un posto alle Olimpiadi di Pechino ) che assieme a Gianluca Pessotto ( team manager della Juventus ) e a Donte Mathis e Marco Tagliabue della Fastweb Casale hanno messo la propria faccia per far conoscere la manifestazione: "Encomiabili: persone che nonostante le loro difficoltà hanno una marcia in più, esempi di come la forza di volontà possa vincere qualsiasi ostacolo. Il nuoto è uno sport alla portata di tutti che accomuna e avvicina, in quanto in acqua tutti riescono a muoversi."
Ci sono i 53 chilometri dello specialista delle lunghe distanze in acqua, Mauro Giaconia che ha migliorato proprio nelle giornate del 5 e 6 ottobre il suo record personale di 51 chilometri incoraggiato dalla moglie e dal neo-ingegnere Berto che per gran parte delle 24 ore gli ha contato le vasche. E ci sono infine i 112 "contavasche" preziosi volontari che hanno seguito, quasi come dei figli, tutti quelli che sono scesi in acqua contraddistinti dal numero impresso sulla cuffia.
Nelle prime ore del sabato, e precisamente alle 3, è scoccata l’ora del "Caña Swimming Team" ( potete ammirarne il simbolo nella prima foto ). Molti amici del Caña Team si sono voluti unire a noi e come al solito li ringraziamo della loro disponibilità.

Mentre calano le luci sulla seconda edizione della "Vasca", il presidente del "Silvana Baj" Franco Osenga guarda già con fiducia alla terza edizione della rassegna: "L'attenzione verso gli altri cambia solo con il confronto diretto e non ci poteva essere niente di meglio che misurarsi in piscina con chi affronta la vita con una serie di difficoltà. In questi 14 anni di attività abbiamo imparato a metterci sempre in gioco per condividere con gli altri le nostre problematiche e le cose stanno poco alla volta cambiando. E vedere la grande risposta della città con affluenza continua in vasca anche nelle ore notturne ti fa pensare di essere sulla strada giusta."

La strada giusta è vivere la propria vita "con il cuore oltre il traguardo..." come recitava lo slogan di questa 24 ore di nuoto. Perché tanta gente si è "messa in gioco" ? Cosa ha spinto le persone a nuotare per tutta la notte ? Perché tanti gruppi organizzati e non si sono presentati in piscina ? Perché tanti volontari ( segreteria, bordovasca, blog, ... ) hanno dato il meglio di loro stessi per far riuscire tutto alla perfezione ?
Noi una risposta abbiamo cercato di darla, ci farebbe molto piacere che anche voi ci facciate sapere come la pensate.

Etichette: ,

Una "Vasca" live

sabato 6 ottobre 2007

Mentre si è nel vivo della seconda edizione, siamo già in grado di presentarvi i primi video della seconda edizione di "Una vasca lunga un giorno" girati dai nostri inviati questa notte.
Invitandovi a leggere il nostro blog nei prossimi giorni per una cronaca più dettagliata, vi ricordiamo di "scendere in acqua" se non l'avete ancora fatto e subito dopo di guardarvi questi filmati girati qualche ora fa.
.
I clown dell'Associazione VIP "animano" la "vasca".

.

Mauro Giaconia, nuota, nuota e nuota e...


Etichette: ,

Una vasca lunga un giorno

venerdì 5 ottobre 2007

Come già annunciato circa due settimane fa, tra poche ore inizierà la 24 ore di nuoto più attesa della stagione: Una Vasca lunga un giorno.

Non possiamo dirvi altro che iscrivervi numerosi !

Se volete unirvi al Caña Swimming Team scaricate qui il modulo per partecipare con noi. Vi ricordiamo che saremo presenti soprattutto nelle ore notturne.

Nei prossimi giorni seguiranno immagini e resoconti dell'evento. Stay tuned.

Etichette: ,

Free Burma ! Birmania Libera !

giovedì 4 ottobre 2007

Free Burma!



Etichette:

La Settimana della Pace: al centro i diritti

mercoledì 3 ottobre 2007

Promuovere "tutti i diritti umani per tutti" vuol dire impegnarsi a costruire la pace laddove le guerre e il terrorismo uccidono ma anche dove sono la miseria, lo sfruttamento e l'ingiustizia a distruggere la vita e la dignità umana. Promuovere "tutti i diritti umani per tutti" vuol dire sfidare l'idea che alcuni diritti possano essere separati dagli altri, che i diritti politici e civili possano essere separati dal diritto al cibo, all’acqua, ad un lavoro dignitoso, a vivere in un ambiente sano o al riconoscimento delle diversità; vuol dire respingere l’idea che i diritti di alcune persone o popoli possano essere sacrificati in nome della sicurezza, dello sviluppo o degli interessi dei più ricchi, dei più forti o dei più aggressivi.

"Tutti i diritti umani per tutti". Questo è lo slogan che caratterizza questa nuova proposta d’impegno per la pace fatta, alla vigilia del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dalla Tavola della pace e dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani in collaborazione con moltissime organizzazioni.
La settimana culminerà domenica 7 ottobre con una nuova edizione della Marcia Perugia-Assisi, ma è preceduta da alcune giornate che ha come obiettivo coinvolgere il maggior numero di persone mediante l’organizzazione di centinaia di iniziative in altrettante città sul tema della pace.
Durante la settimana della pace si svolgeranno la 2a Giornata nazionale per un'informazione e comunicazione di pace, la 3a Giornata nazionale della pace, della fraternità e del dialogo – Festa di San Francesco ( giovedì 4 ottobre ), la 3a Assemblea dell'Onu dei Giovani ( venerdì 5 e sabato 6 ottobre ) e la 7a Assemblea dell'Onu dei Popoli ( venerdì 5 e sabato 6 ottobre ).
Domenica, invece, lungo i 24 Km che separano Perugina da Assisi si snoderà la "Marcia per la pace" con partenza alle ore 8.00 dai Giardini del Frontone di Perugia e l’arrivo è previsto alle ore 15.00 alla Rocca Maggiore di Assisi.
Non sarà l’ennesima Marcia per la pace ma una nuova marcia per chiedere pace e promuovere "Tutti i diritti umani per tutti".

Vi ricordiamo che domenica 7 su RAI3 sono previsti due edizioni di "Speciale TG3" sulla marcia della Pace Perugia-Assisi: il primo dalle 08.30 alle 9.15 e il secondo dalle 15 alle 16.

Etichette:

Novità: apre il "Caña Store"

lunedì 1 ottobre 2007

Grandi novità per il nostro blog: apre il "Caña Store". Qui potrete trovare tutto il merchandising del "Caña Team". Potete effettuare i vostri acquisti inviando una mail al solito indirizzo canateam.06 ( @ ) gmail.com con i vostri dati e il codice dell'articolo. Se siete belle ragazze, la consegna è a domicilio.

Il primo articolo che vi proponiamo è la T-Shirt celebrativa di Loreto 2007

cod CS001 - Maglietta "Sesto Uomo" - Loreto 2007 - prezzo € 729,90
disponibile in tutte le taglie


Etichette: