<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Dall'Italia e dal mondo... - Terza puntata

martedì 13 ottobre 2009

FACEBOOK ERGO SUM Il latino, considerata da tempo lingua morta, torna in voga grazie a Facebook, il più popolare tra i social network. Non bastavano gli spot di Christian De Sica con Belen Rodriguez. Da qualche giorno gli utenti di Facebook possono parlarsi e mandarsi messaggi, scegliendo tra le oltre 70 lingue a disposizione: tra questi persino il gaelico, l’esperanto, l’eusakara (la lingua basca), il cymraeg (l’idioma celtico di origine gallese), la lingua azela, il nepalese o anche la lingua dei pirati con le lettere scritte a testa in giù. E il latino. Impostando il proprio account in lingua Latina la trasformazione sarà immediatamente visibile attraverso il menù, per cui Home diventerà "Domeus", Mail diventerà "Epistulate" mentre "A cosa stai pensando?" diventerà "Quid Cogitas". Qualcuno tra gli utenti sembra aver commentato: «Fichissimus!»

MALASANITÁ NON SOLO ITALIANA Troppo spesso si leggono sui giornali e si vedono in tv notizie di scandali, carenze, diagnosi errate. Inchieste sempre più frequenti mettono in luce lo stato di degrado di alcuni ospedali nostrani. Questa volta però a far notizia sono le ambulanze inglesi che hanno bisogno di un’energica operazione di pulizia. Le verifiche compiute da un’apposita commissione sugli standard di pulizia dei veicoli di pronto soccorso hanno dato risultati pessimi: la sporcizia si spreca. I veicoli sono risultati ricettacolo di polveri varie e sudiciume; sedili e attrezzature compresi. Con evidenti rischi per i trasportati di contrarre pericolose infezioni. La commissione ha chiesto la revisione del programma di pulizia. Con urgenza.

NONNA BASTAAAAAAA!! Così Zoe Pemberton, piccola inglese di 10 anni, ha deciso di disfarsi della fastidiosa parente mettendola in vendita all'asta su eBay! Sul sito la bambina ha descritto la nonna come una "seccatrice che si lamenta in continuazione" ma anche "molto coccolona e amante dell'enigmistica".
C'è chi è arrivato a offrire 2.000 sterline prima che gli amministratori di eBay cancellassero l'annuncio. La portavoce di eBay, Jenny Thomas, ha commentato: «Sebbene non ci sia dubbio che le offerte per la signora Goodall avrebbero raggiunto una cifra ragguardevole, eBay non consente la vendita di esseri umani». Per fortuna c'è un limite a tutto.

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 08:32 -

0 boccali pieni:

Riempi un boccale !