<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Ciao Germano, Vescovo amico dei giovani

mercoledì 21 novembre 2007





Non è facile riordinare ricordi e pensieri. Soprattutto se la vita te lo chiede senza avvisi. Un SMS questa mattina ci ha avvertito della scomparsa di Mons. Germano Zaccheo, vescovo della Diocesi di Casale Monferrato. La notizia, come ovvio pensare, si è subito diffusa in città. I siti de "La Vita Casalese" e de "Il Monferrato" hanno pubblicato la notizia prima delle 9; vi rimandiamo ai loro articoli per la cronaca. Noi vogliamo presentarvi un piccolo ricordo, certamente non in grado di ricambiare l'immenso bene che ci ha dimostrato in questi anni.

Arrivato nel settembre del 1995 a Casale, la prima vera occasione che abbiamo avuto per fare la sua conoscenza è stata la Giornata Mondiale della Gioventù a Parigi, nel 1997. Da quella esperienza, e in previsione dell'Anno Giubilare, aveva avuto l'intuizione di proporre la creazione di Giovani 2000 per rimettere in moto un ambiente giovanile un po' in difficoltà nelle parrocchie e negli oratori.

E questa sua attenzione si è subito trasformata in una presenza costante ed incisiva negli incontri, nei viaggi, nelle tante occasione nelle quali, permetteteci, "smessi gli abiti da Vescovo" è diventato un compagno di cammmino.

Ed è proprio su un cammino, quello che ci ha portati nel 2003 a Santiago de Compostela, che abbiamo potuto apprezzarne le più diverse qualità: la simpatia, l'umorismo, la conoscenza e la competenza artistica, la sua profondità di pensiero.

Durante quel "cammino" ha avuto modo di conoscere meglio anche noi: il giorno della partenza da Santiago, durante la colazione ci ha comunicato che la notte prima era stato svegliato dalle grida di persone che - ci aveva assicurato - facevano più "baccano" di noi. Nessuno ha avuto il coraggio di dirgli che quelle persone che non lo facevano dormire eravamo sempre noi.

Considerava centrali le Giornate Mondiali della Gioventù: oltre alla già citata Parigi nel 1997, ci ha accompagnato a Roma nel 2000, ha seguito con noi la diretta da Toronto nel 2002, ci ha guidati a Colonia nel 2005 fino all'Agorà dei Giovani di Loreto nel settembre di quest'anno.

Ogni anno pastorale era programmato per preparare o per approfondire gli incontri dei giovani con il Santo Padre.

Tifava Juventus, ma preferiva pensare ai giovani della sua Diocesi: e in una delle prime riunioni dell'Equipe di Giovani 2000, proponendo di trovare un giorno fisso per gli incontri mensili aveva detto che a Novara si era scelto il mercoledì. "E se giocava la Juve in Champions, noi ci trovavamo lo stesso."

A Casale si decise di incontrarsi il lunedì... salvando la Champions.

E se da un lato oggi siamo rattristati perchè se n'è andato un amico ( sì, crediamo di poterlo chiamare anche noi così ! ) ci consola pensare al suo immancabile sorriso. Nella certezza che non farà mai mancare i suoi consigli e il suo sostegno ai giovani che ha amato.

Etichette: ,

Spillato dal Caña Team alle 13:11 -

5 boccali pieni:

Grazie ragazzi. Ognuno di voi ha avuto un posto speciale nel suo cuore. Don Germano, mi piace ricordarlo così, è stato e continuerà ad essere una persona davvero unica per ciascuno di noi. Un amico, lo avete definito bene. E anche un Padre attento.
Grazie ancora per lo spazio che gli avete riservato sul vostro blog.
In questo momento di dolore vi sono vicina con profondo affetto.
Continuiamo sulla strada che ci ha insegnato. Insieme.
Un abbraccio
Salvina

P.s.: siete tra le poche persone a cui oggi ho risposto. Non sono riuscita a sottrarmi in un ricordo personale per la "Vita Casalese", ma credo che il nostro Vescovo si meriti anche la nostra testimonianza così.
    detto da Anonymous Anonimo - mercoledì 21 novembre 2007 18:58:00 CET  

come sempre il vostro commento riassume tutto quello che di buono si può dire del nostro zaccheo...

ho perso un terzo padre

Non lo posto perchè lunghetto ma se volete leggere il mio ricordo per la veglia funebre il link è questo http://televideos.blogspot.com/2007/11/il-mio-personale-ricordo-di-monszaccheo.html
Complimenti per le belle parole e le belle immagini festose di un vescovo straordinario.

Ciao ragazzi! Dobbiamo assolutamente portare avanti il cammino su cui lui ci aveva indirizzati. E' durissima non averlo più con noi, ma la certezza che dobbiamo avere è che adesso lui è sempre con noi, senza più problemi di impegni che si sovrappongono. Volete che si lasci perdere un'occasione di stare con i suoi giovani? Ma ci mancherà tantissimo...
    detto da Anonymous benni - martedì 27 novembre 2007 09:38:00 CET  

Riempi un boccale !