<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

La birra che sa di pace

lunedì 22 ottobre 2007

Situata a circa 40 chilometri a nord est di Gerusalemme, Taybeh è l'unico villaggio totalmente cristiano che rimane in Palestina, con meno di 2000 abitanti. Dall'occupazione israeliana del 1967 nella West Bank, circa 7000 abitanti da Taybeh emigrarono in Australia, in America, in Europa e negli Stati del Golfo a causa dell'instabilità politica, della crisi economica e delle quotidiane sofferenze patite sotto l'occupazione militare.

In questo villaggio ha sede la Taybeh Brewing Co, un'azienda valutata 1,2 milioni di dollari, che ha da sempre creduto in prodotto di qualità, la birra. Per il mastro birraio Nadim ( in arabo "compagno di bevute" ) produrre buona birra è una scienza e un'arte, ma « educare la gente locale ad apprezzarla è una vera sfida ». Preparata secondo l'editto tedesco della purezza, che obbliga a utilizzare solo acqua, malto d'orzo, luppolo e lievito, sull'etichetta ( che assicura che il prodotto è "Made in Palestine" ) vanta di essere la miglior birra del Medio Oriente, con una gradazione alcolica del 5%. Il malto è importato dal Belgio, il luppolo dalla Baviera, il lievito dall'Inghilterra, l'acqua viene dalla vicina sorgente di Ein Samia, le bottiglie arrivano dal Portogallo e le etichette sono disegnate e stampate a Ramallah. E nel tempo alla Golden si sono aggiunte la Light e la Dark, per celebrare il nuovo secolo in Terra Santa. 6000 ettolitri di birra l'anno esportati in America, Giappone, Germania, Israele.

Nadim Canaan Khoury, 46 anni di cui oltre metà trascorsi all'estero, laureato in economia all'università di Boston, si è spinto più in là organizzando proprio a Taybeh l'Oktoberfest. Nella Cisgiordania ufficialmente astemia il richiamo dell'Oktoberfest è come quello del pifferaio magico dei fratelli Grimm. Dice Nadim: « È la diplomazia della pinta. In teoria solo noi cristiani beviamo alcolici, ma siamo appena l'1,5% della popolazione. Come si spiega che il 60%della birra Taybeh viene consumata in Palestina ? E che dire del 30% venduto in Israele ? ».

Chissà che su questo fiume di birra non si possano costruire presto ponti di pace.

Etichette: ,

Spillato dal Caña Team alle 14:14 -

0 boccali pieni:

Riempi un boccale !