<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

E nel terzo tempo…

mercoledì 19 settembre 2007

No, non stiamo parlando del personaggio di Antonio Albanese nato a "Mai dire gol", quel "Frengo" che stravedeva per il Foggia di Zeman, ma della tanto amata ( soprattutto a casa del Ricciolo ) palla ovale.

In Francia si stanno svolgendo i Mondiali di rugby e sabato scorso, durante Nuova Zelanda-Portogallo, questo sport si è ancora dimostrato uno sport "nobile".
108 a 13 dopo il secondo tempo. Partita chiusa, finita, fischio finale. Gli All Blacks ( così si chiamano i neozelandesi ) impongono la loro legge anche nei confronti dei portoghesi, mandando in meta 13 giocatori: per un mondiale è record assoluto. La cronaca si chiude e la storia si apre. Nel rugby c'è una regola non scritta che si chiama Terzo Tempo: i giocatori di entrambe le squadre si ritrovano a cena dopo aver dato tutto in campo – cuore, botte e sudore – come se nulla fosse accaduto. Lo spirito del rugby si trasmette dalla palla ovale ad una tavola imbandita ( un po' come le nostre serate all'Apollo ).
Ciò che sarebbe impossibile in altri sport, vedi il calcio, nel rugby è realtà quotidiana, routine, un rinnovarsi nobile di una tradizione senza tempo. Come la
Haka, inno immortale di una squadra invincibile, simbolo di uno sport che vanta pochi e mal riusciti tentativi di imitazione.

E ora torniamo alla cronaca. La partita si è appena conclusa ma i giocatori che non hanno giocato la partita confabulano a metà campo. Nuova Zelanda e Portogallo si affrontano così in una partitella di calcio, soccer, una rivincita concessa di buon cuore dagli All Blacks e in cui i portoghesi ribaltano il risultato ottenuto con la palla ovale, strappando un sonante 8-4.

Due squadre che si sono appena affrontate sul campo in un mondiale decidono di giocarsela come si fa in piazzetta con gli amici dopo la scuola.
That’s rugby.

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 17:13 -

1 boccali pieni:

Va bene che non siete esperti di rugby,ma scopiazzare così un articolo non è proprio il massimo...cercatevi un esperto/a di fiducia(vedi Alexandra Rosenfeld,fidanzata del giocatore dell'Italia Sergio Parisse)!!!!
    detto da Anonymous supercazzola prematurata - giovedì 20 settembre 2007 09:36:00 CEST  

Riempi un boccale !