<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Una sana camminata

martedì 30 gennaio 2007

Tutte le volte che in Italia si parla di infrastrutture, prima o poi si arriva al ponte sullo stretto di Messina. Da decenni governi e commissioni tecniche alternano scelte e giudizi sulla sua realizzazione. In questo momento sembra che il ponte non si farà mai, soprattutto per ragioni di un inevitabile e indiscutibile impatto ambientale.
Ma ad accorciare le distanze Reggio Calabria e Messina ci penserà un cinese, il funambolo Adili Wuxiuer, discendente di un'antichissima generazione di funamboli ed esponente politico cinese, essendo Deputato all'Assemblea nazionale del popolo per la provincia autonoma di Xinjiang, nella zona del Tukestan della Repubblica popolare cinese.
Nel prossimo autunno, utilizzando i piloni dell'Enel tra la Sicilia e la Calabria, percorrerà i tre chilometri e 650 metri sospeso per aria, su una fune d'acciaio. Un'impresa non da poco considerato che il cinese ha già attraversato fiumi, gole, le cascate del Niagara, ma il cavo non è mai stato teso per così tanti chilometri.
Attualmente i tralicci non sono più utilizzati a causa della loro bassa efficienza ( sacrificata in favore della sicurezza ) e sono stati sostituiti nel 1994 da un collegamento sottomarino; tuttavia queste torri di metallo non sono state abbattute, e continuano a svettare sul mare, forti dei loro oltre 200 di altezza. Ovviamente l'impresa sarà documentata dal regista Domenico Distilo che vuole girare il film «La fune sull'acqua», sponsorizzato anche dal Comune di Messina.

La prova sullo stretto segnerà anche il ritorno sul cavo del cinese dopo la caduta terribile, un anno fa a Shangai, quando Wuxiuer cadde, perché la fune si spezzò, e lui riportò numerose fratture.

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 13:47 -

1 boccali pieni:

cari amici del cana, arrivate in ritardo..la notizia era già apparsa sul mio blog (http://ilricciolo.blogspot.com/2007/01/altro-che-ponte.html).
ho dato mandato (si dice così?)ai miei legali di intentare azione legale nei vostri confronti per plagio..

Riempi un boccale !