<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

I Leoni sul ghiaccio

lunedì 22 gennaio 2007

Tenetevi liberi giovedì 25 alle 11.30. Andiamo a Pinerolo.
Perché due ore e mezza prima delle semifinali delle Universiadi ci sarà "l’evento" che ogni padre si aspetta di raccontare ai propri figli. Sul ghiaccio a lanciare le "stone" ( si piccoli e cari amici del Caña Team, stiamo parlando proprio di curling ) e a sfidare una selezione di All Stars ci saranno i vari Billong Kack, Kwekam, Tchamatou, illustri sconosciuti che probabilmente non saliranno mai sul podio di una competizione mondiale.
Lo sport emoziona, lo sport unisce, lo sport fa miracoli: questi ragazzi africani partecipano al «progetto curling Camerun», un’autentica «adozione» sportiva con un accordo fra il presidente del Cus, il console del Paese africano e il presidente della Curling Academy, l'ente che raggruppa tutti i club della città della Mole.
È nato così il Lyons Curling Cus Camerun, ammesso dalla Federazione italiana a partecipare alle fasi preliminari del campionato nazionale ( non alle eventuali finali perché il regolamento vieta di avere più di due extracomunitari per squadra ). Gli atleti camerunensi hanno così potuto acquisire esperienza sia con il team maschile, sia con quello femminile, e nel contempo hanno rafforzato l'integrazione con gli avversari italiani, coinvolgendo come spettatori alle varie partite anche le centinaia di studenti africani che vivono a Torino.
La scommessa è Vancouver 2010, non potendo partecipare alle Universiadi ( sono ammesse le migliori 10 nazioni del ranking mondiale ). Aspettando la promessa post-olimpica del Palasport per il curling a Torino. E aspettando una rappresentante africana accanto alle «solite» nazionali europee e nordamericane.

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 15:01 -

0 boccali pieni:

Riempi un boccale !