<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Come la penserà  il nanetto ?

venerdì 12 maggio 2006

Durante la guerra fredda un'affermazione come quella fatta dal presidente russo Vladimir Putin sarebbe stata all'ordine del giorno. Ma poi c'è¨ stata il crollo del muro di Berlino, la stretta di mano tra Reagan e Gorbaciov, l'ingresso della Russia nel G8.

Sentire Putin che nel discorso annuale alla nazione critica gli Stati Uniti presentati come una potenza rivale, definita "un lupo famelico che pensa solo a mangiare e non ascolta nessuno", è sicuramente inaspettato di questi tempi.

Certo, il discorso di Putin, che ha anche contestato a Bush il modo di gestire la questione del nucleare iraniano e la poca attenzione ai diritti umani, può essere interpretato come risposta alle affermazioni fatte pochi giorni fa dal vicepresidente statunitense Dick Cheney, che aveva criticato la politica energetica del Cremlino e il deterioramento della democrazia in Russia.

Peccato che non ci siano più il "giovane premier", nonchè "ministro degli esteri ad interim", a farci sapere la sua opinione.

Sarebbe stato zitto ( come alle domande sui suoi rapporti con la mafia e sulla provenienza dei soldi con cui ha iniziato la carriera di imprenditore ) o avrebbe dato ragione sia a Bush che a Putin ( smentendo quanto detto 24 ore prima, come al solito ) tutti e due suoi grandi amici ?

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 11:43 -

0 boccali pieni:

Riempi un boccale !