<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Spazza che ti passa

giovedì 16 febbraio 2006

Noi le rosse, voi le gialle, come sulla sabbia in spiaggia durante le vacanze al mare. Ma non c'è il pallino e soprattutto non si tirano bocce ma pietre di 20 kg.
Sapevamo di essere dei precursori e di questo, oggi, ce ne vantiamo un po' !
Crediamo infatti che tanti nostri piccoli amici, quando hanno letto qual era il nostro sport preferito nel post "Conosciamoci meglio ? Anche no... ( parte seconda )" pubblicato il 24 gennaio 2006, si siano messi a ridere. Ma ora che la ribalta olimpica ne ha rivelato il fascino, è scoppiata in tutta Italia la curling-mania.
La bellezza del cur­ling è la sua apparente sempli­cità , capace di nascondere stra­tegie astruse risolte quasi sem­pre all'ultimo colpo che va, en­tra e scompagina. Un po' bocce e un po' biliardo, lunghi ragionamenti ma anche muscoli e freddezza.
Anche gli ascolti televisivi di questi giorni sembrano premiare questo sport finora sconosciuto ( in Italia 500 atleti, in Canada 3 milioni e mezzo ).
Le regole sono semplici: due squadre composte da quattro giocatori ( il "lead" che effettua il primo lancio, il "second", il "vice-skip" o "third" e lo "skip" che stabilisce la tattica e tira per ultimo ); 73 minuti e 10 mani ( "end" ) a disposizione per ogni squadra; una pista di ghiaccio lunga 44,5 metri ( "sheet" ) con due bersagli ( "house" ) distanti 34,76 metri; 8 pietre ( "stones" ) per squadra dotate di maniglie; 4 scope ( "broom" ) di nylon, polipropilene o crine di cavallo.
Scopo del gioco: far scivolare le stones sul ghiaccio in modo che si arrestino il più vicino possibile al centro del bersaglio ( "tee" ) disegnato; dopo il lancio, due giocatori possono modificare velocità e direzione del lancio stesso spazzando il ghiaccio con il broom; lanciate tutte le stones, finisce l'end che è vinto dalla squadra che ha piazzato più stones vicino al bersaglio; al termine dei 10 end, vince la squadra che ha il punteggio maggiore; in caso di parità si gioca un end aggiuntivo.
Spiegato cos'è, il curling perde quella poesia che ce ne aveva fatto innamorare; per cui vi consigliamo di accendere la tv e di gustarvi una partita vera ! E se di colpo vi alzate dalla poltrona e avete un'irresistibile voglia di "spingere" una stone nessun problema: siete stati contagiati !

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 12:03 -

1 boccali pieni:

Io in seminario nel corridoio mi sto già allenando per Vancouver 2010 ma non avendo stone e non avendo un altro skip dietro(ma Skip non era la cugina di Barbie?)gioco da solo,chi vuole venire a giocare con me?
Per la serie ci ammazziamo di fatica qui.....

Riempi un boccale !