<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Per non dimeticare

domenica 22 gennaio 2006

Il ricordo della Banda Tom per i casalesi è un po' la Giornata della Memoria locale.
La mattina del 15 Gennaio 1945 nella Cittadella in piazza d'Armi venivano trucidati Tom e i suoi dodici compagni partigiani dopo che erano stati sorpresi e catturati nei pressi di Casorzo a fine Dicembre.
Oggi, come ogni anno in questo periodo, la Città di Casale e i Comuni del Monferrato ricordano quell'avvenimento e rendono omaggio a quei giovani che, come molti altri italiani, misero in gioco la propria vita per regalare libertà e democrazia ad un Paese in ginocchio a causa della Seconda Guerra Mondiale.

Libertà e democrazia: valori che forse oggi diamo un po' troppo per scontati; valori che è giusto riaffermare e sui quali, almeno una volta all'anno, vale la pena di riflettere per non dimenticare quanto sia costato ottenerli.

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 14:03 -

1 boccali pieni:

Vale la pena di ricordare anche i loro nomi:Antonio Olearo detto Tom e conlui:Alessio Boccalatte, Giuseppe Andino, Aldo Cantarella, Luigi Cassina, Giuseppe Maugeri, Remo Peracchio, Boris Portieri, Giuseppe Raschio, Luigi Santambrogio, Carlo Senetta e anche l’ufficiale della RAF Albert Harbyohire Harru, che da qualche tempo era nelle mani dei tedeschi.Si ringrazia il sito dell'Anpi.

Riempi un boccale !