<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d18776345\x26blogName\x3dCa%C3%B1a+Team+-+Il+Blog+Ufficiale\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dBLUE\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://canateam.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://canateam.blogspot.com/\x26vt\x3d2497752311118286381', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script>

Memoria... oggi, domani, sempre !

venerdì 27 gennaio 2006

Oggi, venerdì 27 gennaio, è il Sesto Giorno della Memoria, in ricordo delle persecuzioni naziste.

Il nostro Parlamento con la legge 211 del 20 luglio 2000 ha voluto che ogni anno, in questo giorno, "siano organizzati momenti di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, in modo da conservare la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia, affinchè simili eventi non possano mai più accadere."

Molte sono le storie dei sopravvissuti ai campi di concentramento: storie drammatiche che narrano di dove la pazzia degli uomini, guidata dall'ideologia nazista, possa arrivare nel considerare inferiori altri uomini, perchè di altra religione o di altro colore della pelle.

Dice Hanna Levy-Hass nel Diario di "Bergen-Belsen 1944-1945":
«È spaventoso cosa hanno fatto degli uomini. Le scene più oscure del medioevo e dell'inquisizione sono qui riprodotte e moltiplicate a oltranza. La loro mostruosa "ripresa" marcherà per sempre d'ignominia e d'infamia la Germania "civile" e "colta" del ventesimo secolo. ( ... ) Questo campo non è stato creato per concentrarvi per un certo periodo di tempo deportati civili o prigionieri di guerra, per privarli temporaneamente della libertà, per ragioni politiche, diplomatiche o strategiche, con l'intenzione di mantenerli in vita per liberarli prima o dopo la fine delle ostilità.
No: questo campo, coscientemente e deliberatamente, è stato organizzato e amministrato in modo da sterminare in modo metodico e pianificato migliaia di esseri umani. Se tutto questo va avanti ancora soltanto un mese, dubito fortemente che uno solo tra di noi ne uscirà vivo».

Noi non vogliamo dimenticare !

Etichette:

Spillato dal Caña Team alle 09:39 -

1 boccali pieni:

Tra l'altro ho avuto l'onore di vedere il campo di Auschwitz e credetemi,un conto è parlarne un conto è vederlo immaginando cos'è avvenuto lì.e comunque purtroppo il mai più non è stato ascoltato dalla storia vedi soltanto il Kossovo e la Bosnia ai tempi della guerra nei Balcani

Riempi un boccale !